menu
TORNA A Formazione

Credito d’imposta industria 4.0 – Incentivi software CAD – CAM – CAE – PLM

Simula il tuo incentivo

Da impresa 4.0 al Piano Transizione 4.0

Grazie alla Legge di Bilancio 2020 e al Piano Transizione 4.0 possiamo dire addio alle tradizionali misure del Piano impresa 4.0, iperammortamento e superammortamento, in favore del nuovo credito d’imposta 4.0.

 

Di cosa stiamo parlando:

 

Iper ammortamento

L’iper ammortamento consiste in una supervalutazione del 250% degli investimenti nell’acquisto o nell’acquisto in leasing di beni strumentali nuovi, dispositivi e tecnologie funzionali alla trasformazione in chiave 4.0 dei processi produttivi.

 

Super ammortamento

Il super ammortamento è una supervalutazione del 130% degli investimenti in beni strumentali nuovi acquistati o in leasing. In particolare, per chi beneficia dell’iper ammortamento, esiste anche la possibilità di beneficiare di una supervalutazione del 140% per gli investimenti in beni strumentali immateriali (software e sistemi IT).

 

Credito d’imposta

Per spiegare cosa è il credito d’imposta bisogna partire dalla definizione. Il credito d’imposta è un qualsiasi credito che il contribuente (nel nostro caso specifico l’azienda) vanta nei confronti dello Stato. Il credito d’imposta può essere utilizzato per compensare eventuali debiti dell’azienda nei confronti dell’erario, per il pagamento dei tributi e, quando ammesso, se ne può chiedere il rimborso nella dichiarazione dei redditi.

 

Scopri il nuovo credito d’imposta 4.0 inserito nella nuova Legge di Bilancio 2021

Chi può chiedere gli incentivi?

Con il Piano Transizione 4.0, a partire dal 2021, le agevolazioni e gli incentivi per l’industria 4.0 per le aziende che investono in innovazione sono cambiate per favorire e accompagnare le imprese nel processo di transizione tecnologica e di sostenibilità ambientale, rilanciando il ciclo degli investimenti penalizzato dall’emergenza legata al COVID-19.

Possono accedere al credito d’imposta tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale di determinazione del reddito.

 

impresa-4.0-incentivi Grazie alla Legge di Bilancio 2020 e al Piano Transizione 4.0 vengono abbandonate le misure del Piano impresa in favore del nuovo credito di imposta 4.0.

Agevolazioni 2021

Gli incentivi per l’industria 4.0 previste dal nuovo Piano sono prevalentemente di natura fiscale e consistono nel credito d’imposta per gli investimenti in:

 

– Beni materiali e immateriali non 4.0

 

Beni materiali 4.0

 

Beni immateriali 4.0

 

– Investimenti in Ricerca & Sviluppo, Innovazione, Design e Green

 

– Credito d’imposta Formazione 4.0

Valore degli incentivi

Credito d’imposta 4.0 del 10% per i beni immateriali (software) “ordinari” fino a 1 milione di euro (anche per gli esercenti le arti e professioni).

 

Credito d’imposta 4.0 del 15% per gli strumenti e dispositivi tecnologici destinati dall’impresa alla realizzazione di forme di lavoro agile fino a 1 milione di euro (anche per gli esercenti le arti e professioni).

Per i soggetti con un volume di ricavi o compensi inferiori a 5 milioni di euro è utilizzabile in compensazione in un’unica quota annuale per il 2021.

 

Credito d’imposta 4.0 del 20% beni immateriali 4.0 (software) fino a 1 milione di euro.

 

Il credito di imposta può essere utilizzato in 3 quote annuali di pari importo, a decorrere dall’anno di entrata in funzione dei beni ordinari dall’anno di avvenuta interconnessione per i beni industria 4.0.

Tutti i software CAD – CAM – CAE – PLM rientrano nelle agevolazioni

Compila il form per richiedere maggiori informazioni

 

 

 

 

TOP