menu
TORNA A Progettazione

Robot realizzati con NX per combattere il Corona virus

Maggiori Informazioni

Realizzati, dalla progettazione alla realizzazione del campione, da Siemens e Aucma  con l’aiuto del software NX e del TIA portal in una sola settimana i robot intelligenti di disinfezione si uniranno presto alla battaglia contro il Corona virus. 

 

“Cosa posso fare per sostenere la battaglia contro COVID-19? Continuavo a pensare a questa domanda più e più volte ”

afferma Yu Qi, capo del gruppo di ricerca cinese Siemens per l’automazione della produzione avanzata con sede a Qingdao. Mentre la Cina intensificava gli sforzi per combattere il virus durante le vacanze di Capodanno cinese, stava cercando un modo per sfruttare tecnologie all’avanguardia per il controllo del virus.

Robot di disinfezione necessari disperatamente

Nel mezzo di una stragrande quantità di informazioni sull’epidemia in corso, una notizia attirò la sua attenzione: in molti ospedali erano urgentemente necessari robot per la disinfezione per disinfettare le aree ad alto rischio.

Yu Qi lavora in un laboratorio di applicazioni robotizzate, create da Siemens e Aucma, dove l’attenzione è rivolta allo sviluppo di robot avanzati, veicoli autonomi,  robot industriali e apparecchiature intelligenti. Mentre stava leggendo le notizie, gli è venuta in mente un’idea che ha ottenuto il supporto immediato del team di gestione e dei suoi colleghi: creare un nuovo tipo di robot di disinfezione intelligente.

Tutti nella sua squadra erano ansiosi di partecipare alla battaglia anti-virus. “Gli ospedali e il personale di prima linea hanno bisogno di robot per la disinfezione in questo momento critico”, afferma Wang Kai, ingegnere meccanico di Corporate Technology China. “Facciamolo!”

Nuovo robot di disinfezione elettrica

Con un ampio mix di esperienza e competenza, il team di dieci colleghi era fiducioso di poter sviluppare un nuovo tipo di robot in un breve periodo di tempo.

La maggior parte dei robot di disinfezione disponibili sul mercato combina una pistola mistorizzatrice a benzina con un telaio elettrico. Il team ha quindi deciso di sviluppare robot di disinfezione puramente elettrici per soddisfare meglio le esigenze delle aree interessate.

Siemens e Aucma hanno dato il via al progetto il 7 febbraio, poco dopo le festività del Capodanno cinese. I colleghi di ricerca e sviluppo di Corporate Technology China hanno lavorato 24 ore su 24 per ottimizzare il prototipo con la speranza di rendere i robot disponibili agli ospedali di prima linea il prima possibile e hanno  utilizzato il software CAD NX per la progettazione virtuale (gemello digitale) del robot.  Nel frattempo, il team ha cercato l’eccellenza sotto la pressione del tempo e ha superato le sfide tecniche una dopo l’altra.

Ecco solo alcune delle sfide che il team ha dovuto affrontare:

Come dovrebbero integrare i sistemi di controllo per pistole mistorizer e telaio elettrico?

Come hanno potuto massimizzare l’impatto sulla sterilizzazione con un minor consumo di disinfettante?

Come potrebbero fornire una copertura a 360 gradi anche in aree ristrette?

Lavoro di squadra via telefono

La convalida del progetto ha comportato cicli di test dei prodotti e feedback degli utenti. Lavorando da casa, i team Siemens e Aucma sono rimasti in stretto contatto tramite telefonate. “Ho fatto così tante chiamate in quel periodo che il mio telefono è rimasto spesso senza batteria”, afferma Sun Zhaojun, Project Manager di Siemens.

Chen Rulong, ingegnere elettrico presso CT China, è stato sorpreso da una forte nevicata mentre si recava al laboratorio di assemblaggio di Aucma per un test del prodotto. Nonostante il freddo pungente, non vedeva l’ora di vedere il risultato.

Yu Qi ha apprezzato la perseveranza e la dedizione della squadra. “Abbiamo unito le forze per rendere i nostri robot adattabili a diversi scenari”, afferma. “I buoni prodotti devono essere facili da usare.”

Il 15 febbraio, in una sola settimana, il team ha completato con successo il suo primo robot di disinfezione!

Informazioni in tempo reale

Alimentato da una batteria al litio, un robot con pistole a doppio mistorizzatore può disinfettare da 20.000 a 36.000 metri quadrati in un’ora. Una telecamera omnidirezionale nella parte superiore trasmette video e informazioni in tempo reale, insieme a un algoritmo di visione intelligente che consente all’operatore di localizzare da remoto le aree interessate e prevenire la diffusione di malattie infettive a basso costo.

Per far funzionare facilmente i robot su varie superfici, il team ha adottato un telaio a cingoli anziché ruote per migliorare la loro capacità di superare ostacoli e arrampicarsi su pendii.

Con scoperte sia nella progettazione strutturale che nei sistemi di controllo autonomi, il team ha presentato due domande di brevetto nazionale. I robot di disinfezione di nuova concezione sono pronti per il lancio e saranno presto implementati negli ospedali di prima linea per contenere la diffusione di virus. Inoltre, verranno consegnati robot a scuole, uffici, siti di produzione e altri luoghi pubblici per supportare la ripresa del lavoro e della produzione.

 

Fonte: https://new.siemens.com/

TOP