menu
TORNA A Manufacturing

ZARE: la fabbrica dedicata alla produzione additiva

ZARE: l’evoluzione con l’Additive Manufacturing di Siemens

Leggi la Case History

ZARE, la fabbrica dedicata alla produzione additiva

Zare nasce nei primi anni ‘60 come fornitore di servizi relativi alla meccanica di precisione, settore in cui opera riservando sempre un’attenzione particolare all’innovazione.

Nel 2014 da una produzione di tipo prototipale, si arriva a vere e proprie produzioni di pezzi funzionali definitivi richiesti da settori che necessitano di prestazioni e proprietà molto elevate come motorsport, aerospaziale, aeronautica, oil&gas. Da quel momento Zare segue un percorso di crescente specializzazione per arrivare ad inaugurare un nuovo reparto CNC dedicato alla ripresa meccanica dei componenti additive.

Nato come strumento di prototipazione rapida, l’approccio additivo ha superato una fase sperimentale ed artigianale per approdare ad una filosofia produttiva industriale che non ha uguali in termini di libertà progettuali, possibilità realizzative e flessibilità produttiva.

 

La crisi economica del 2009 ha spinto l’azienda ad investire in una tecnologia che permettesse di fare riferimento a più mercati e settori: viene quindi acquistata una prima stampante 3D per la produzione di prototipi e, col tempo, si inizia sempre più ad utilizzare la tecnologia, con la manifattura additiva, come vero e proprio metodo produttivo.

 

Zare è certificata IATF 16949, la certificazione che impone standard di qualità specifici per le aziende che operano nell’industria automobilistica, settore in cui NX di Siemens è il software più utilizzato. Hanno deciso quindi di avvalersi dello stesso sistema utilizzato dai loro clienti per assicurare uno scambio dati più fluido, preciso e sicuro, utilizzando lo stesso ambiente di lavoro. La suite Siemens NX presenta funzionalità apposite pensate per le produzioni additive ed è uno strumento che consente di industrializzare al meglio i componenti in vista della produzione.

 

Federico Ferrari Responsabile Co-Design ZARE

 

 

 

 

“Una fase cruciale per ottenere il massimo dalle tecnologie di manifattura additiva è l’ottimizzazione topologica, ovvero ricercare la migliore distribuzione del materiale modificando la geometria del componente. Simulare, tramite il software NX, cosa accadrà concretamente nel corso del job produttivo permette una migliore ottimizzazione non solo del singolo elemento da stampare, ma anche di tutti quelli che con esso condivideranno la camera di lavoro.”

 

Giuseppe Pisciuneri – Sales Manager ZARE

 

 

 

 

“I clienti ci scelgono quando è necessario affrontare casi complessi, quando cercano prestazioni estreme o realizzazioni al limite delle capacità offerte dalle tecnologie additive. Questo si traduce nel fatto che le produzioni sono spesso “One Shot One Kill”. Se non è permesso sbagliare, disporre del supporto completo del software NX prima di avviare la produzione, diventa cruciale per rispettare tempi e budget”.

 

Andrea Pasquali – General Manager ZARE

 

 

 

 

“Una delle promesse dell’Additive Manufacturing è da sempre la riduzione degli sprechi: abbreviare il lead time delle piccole serie si traduce in magazzini più snelli. Reagire velocemente significa andare in produzione quando si ha garanzia di risultato, così da ridurre al minimo scarti ed elementi non conformi. Il software Siemens NX ci ha permesso di evolvere il nostro modo di industrializzare i componenti, in modo da ottenere il massimo dalla produzione delle parti”.

 

TOP