menu
TORNA A Progettazione

Virtual Commissioning – Cos’è?

Maggiori Informazioni
Grazie al Digital Twin, il Virtual Commissioning permette a chiunque di eliminare gli errori in un contesto virtuale prima di installarlo in sicurezza

Cos'è Il Virtual Commissioning?

Il Virtual Commissioning è l’esercizio di riprodurre il comportamento fisico di un macchinario o impianto in maniera virtuale attraverso una simulazione software applicata al Digital Twin.

L’obiettivo finale dell’emulazione consiste nel testare tutti gli elementi progettati e le relative automazioni, tecnicamente controllate da PLC (Programmable Logic Controller), Motion Control,  CNC (Computer Numerical Control) e HMI (Human Machine Interface) consentendo di testare lo sviluppo software per rimuovere gli errori del sistema prima di mettere in atto la costruzione dei componenti e dell’intero processo manifatturiero.

Gli attuali sistemi quali macchinari, transfer, impianti, risultano sempre più automatizzati includendo spesso sofisticati strumenti, robot, linee di trasferimento e altro equipaggiamento di sicurezza e sono tutti controllati da soluzioni programmabili (PLC, Motion Control, CNC).

Virtual Commissioning Per fare Virtual Commissioning, si parte da un assieme 3D che include tutti i solidi della macchina e si definiscono i vincoli cinematici

Virtual Commissioning: Come funziona?

Scopriamo insieme il funzionamento del Virtual Commissioning. Per fare Virtual Commissioning, i tecnici dell’automazione partono da un assieme 3D che include tutti i solidi della macchina da analizzare e ne definiscono i vincoli cinematici, tenendo conto di attriti e condizioni fisiche come la gravità per simulare al 100% la realtà in un ambiente virtuale.

Si definiscono gli azionamenti con le loro sequenze e profili di moto e per ultimo si simulano i segnali I/O mappandoli con il controllo.

Da questo momento si possono mettere in pratica tutti i test ed eliminare gli errori di programmazione dell’automazione esattamente come accadrebbe in una situazione reale anticipandone i tempi senza aspettare che realmente la macchina sia stata prodotta e montata.

Il Virtual Commissioning, può ridurre significativamente i tempi di inattività e la durata del progetto. A tale scopo, viene costruito il “Digital Twin” della linea nel quale tutte le funzioni sono definite, testate ed ottimizzate in questo modello virtuale.

Struttura del Virtual Commissioning

Il Virtual Commissioning, può ridurre significativamente i tempi di inattività e la durata del progetto. A tale scopo, viene costruito il “Digital Twin” della linea nel quale tutte le funzioni sono definite, testate ed ottimizzate in questo modello virtuale.Il Virtual Commissioning si può realizzare in due differenti architetture attuabili per meglio rispondere alle esigenze aziendali, Software-in-the-loop, nel quale tutta la simulazione viene effettuata virtualmente grazie ad un simulatore di PLC (PLC Advanced) e Hardware-in-the-loop, che al contrario della prima e, consente di collegare il modello virtuale (digital twin) al sistema di controllo, reale in entrambi i metodi il digital twin, simula perfettamente l’impianto reale grazie ai modelli comportamentali integrati. Ciò consente la simulazione ed ottimizzazioni sicure dei programmi degli impianti sul computer, nonché la convalida dell’unità di controllo del sistema (simulazione del programma PLC). Senza la messa in servizio virtuale, la convalida del PLC sarebbe possibile solo dopo la costruzione della linea reale e potenziali errori di programmazione potrebbero comportare costose collisioni e riparazioni.I programmi ottimizzati con l’aiuto di questo modello meccatronico vengono quindi trasferiti al sistema reale. Il risultato è una maggiore sicurezza operativa con una migliore qualità del software del PLC e del programma robot, sin dall’inizio.

I benefici del Virtual Commissioning

Scopriamo insieme i benefici del Virtual Commissioning. Il Virtual Commissioning aiuta ogni azienda che produce macchine ad elevata automazione. Un tipico utente del Virtual Commissioning costruisce sistemi manifatturieri con uno o più dispositivi di controllo (PLC, Motion Control o CNC); macchine industriali, macchine utensili o impianti.

 

  • Accorciare i tempi di sviluppo software  – La fase di debug del software può essere effettuata prima ancora che l’assieme fisico venga assemblato.
  • Analisi sull’efficienza dell’impianto – Con il Virtual Commissioning si possono prevedere malfunzionamenti che potrebbero inficiare sulle performance della macchina.
  • Controllo delle sicurezza – è possibile effettuare dei test di efficacia dei sistemi di sicurezza previsti
  • Supporto post-vendita – Grazie al Virtual Commissioning è possibile tenere in archivio la situazione reale venduta al cliente e, in caso di assistenza futura, è possibile effettuare delle verifiche di primo livello senza costi aggiuntivi.
  • Supporto al venditore – Il Virtual Commissioning può dare la possibilità al venditore di poter mostrare il comportamento della macchina per poter dar peso alla soluzione proposta.

 

Scopri tutti i prodotti Siemens in grado di virtualizzare una macchina, impianto o un processo produttivo con la tecnologia del Virtual Commissioning

 

Il Virtual Commissioning permette a chiunque di eliminare gli errori e di fare test in totale sicurezza in un contesto virtuale. Questo è il vantaggio dell’utilizzo del Digital Twin.

TOP